Mappa mentale

La mappa mentale è una forma di rappresentazione grafica del pensiero contenuto in un testo, dunque è uno scritto di studio, uno di quei testi cioè, come la scaletta e la schedatura, che descrive il contenuto di un testo. La descrizione serve a riutilizzare l’informazione in un secondo tempo per la produzione di un proprio testo, scritto o detto.

Come la scaletta, la mappa mentale è anche la prima stesura di un proprio testo. La differenza rispetto alla scaletta è che quest’ultima organizza gerarchicamente il contenuto del testo, mentre la mappa mentale rappresenta visivamente il testo. Nulla vieta in ogni caso che la mappa abbia una struttura gerarchica, e che la scaletta sfrutti elementi visivi (frecce, riquadri,…)

Insomma è una vostra scelta disegnare una mappa o scrivere una scaletta. Ciò che ha davvero importanza è che, quando si studia, si codifichino i contenuti letti in schede di appunti: è il leggere con attenzione, il tornarci sopra con il disegno di una mappa (o la scrittura della scaletta) a costruire la comprensione del testo e via via la padronanza dei contenuti.

Su Wikipedia si trova una buona descrizione dell’origine e della forma della mappa mentale.


Author: Redazione
ItalianaContemporanea è una raccolta di testi da leggere, ascoltare, scrivere. È una scatola di Lego: contiene, come tanti mattoncini non strutturati ma strutturabili, le scritture più diverse. Biografie, cronache, commenti, recensioni, relazioni, saggi, editoriali, sceneggiature, racconti e poesie (qualcuna!)... Ognuno può costruire con questi testi un proprio percorso di miglioramento nella comprensione di ciò che legge (o ascolta) e nella composizione dei testi che la scuola o la professione gli richiede.