La Commedia. Chi racconta la storia?

La Commedia è un racconto in prima persona. Il personaggio che narra la storia dice Io e racconta di se stesso, più giovane, all’epoca in cui ha vissuto una straordinaria avventura. Dante è così il protagonista della vicenda, il narratore, l’autore del testo.E tuttavia nella Commedia le tre entità che portano il nome di Dante e si collocano su piani diversi (nel testo il Dante un po’ più giovane che vive l’azione e il Dante un po’ più vecchio che la racconta; fuori dal testo il Dante storico che compie materialmente l’operazione dello scrivere) tendono a presentarsi come se fossero la stessa persona, ad annullare le differenze di statuto che le caratterizzano.
Non perché Dante lo scrittore non sia consapevole della propria invenzione, ma perché egli presenta la sua invenzione come fedele riproduzione d’una esperienza vissuta, un raptus , cioè; un’estasi mistica in cui egli è stato sensibilmente nell’oltretomba.
Una scelta questa significativa della poetica di Dante, cioè della sua idea di letteratura, che o è maestra di verità o non è.

Ma quali caratteristiche ha il narratore della Commedia? Occorre notare che somiglia molto al personaggio protagonista. S’è detto che quest’ultimo percorre un cammino che dalla paura, rifiutando la viltà, esercitando volontà ed umiltà, lo fa giungere alla grandezza d’animo e lo conduce alla salvezza eterna. Il narratore che rievoca la propria avventura compie anch’egli un itinerario che dall’esser poeta retore lo conduce a diventare profeta di salvezza e maestro di teologia per l’umanità intera.

Continuate in podcast: cliccate sul file per ascoltare; col tasto destro per scaricare.

Total Page Visits: 208 - Today Page Visits: 1