La Commedia. Viaggio e visione

La Commedia narra un viaggio, che attraversa l’eternità. Poiché ogni essere umano torna all’eterno una volta concluso il suo cammino terreno, Dante pensa che, se si vuol conoscere la vera essenza di ciascuno, bisogna guardare alla sua vita non dalla prospettiva del nostro mondo, ma da quella dell’eternità. Il protagonista della storia si mette in cammino per un sentiero eccezionale che attraversa l’aldilà: l’inchiesta del protagonista alla ricerca di scienza e sapienza è il motore narrativo dell’azione. La Commedia racconta dunque un viaggio, anzi il viaggio di un uomo che si smarrisce nei propri errori e prova a recuperare il senso della sua vita.  Il viaggio è da sempre nella letteratura occidentale la metafora della volontà umana di conoscere attraverso esperienze nuove e molteplici: si ricordano esempi classici (Odissea, Eneide, etc) ed esempi medievali (i racconti cavallereschi), in cui l’eroe parte alla ricerca di qualcuno o di qualcosa, correndo pericoli e affrontando avventure di ogni sorta. Ma oltre alla tradizione del “viaggio”nel medioevo si diffondono molti racconti di visioni dell’aldilà, che hanno come esempio la Bibbia stessa: qui il viaggio è il ritorno alla patria celeste, da cui al momento della nascita, siamo stati divisi . E proprio questi due modelli la Commedia combina in modo molto originale, affrancandosi così da entrambi e creando un proprio mondo peculiare.

Ecco la vicenda narrata nelle tre cantiche: inferno, purgatorio e paradiso.

Continuate in podcast: cliccate sul file per ascoltare; col tasto destro per scaricare.

Queste lezioni sono disponibili anche in volume, formato eBook. Acquistate nelle librerie on line, come Amazon, o AppleBooks   Il cammino e la pietate Cinque lezioni sulla struttura narrativa della Divina Commedia. This lesson is available in English in the main on-line shops, as AppleBooksAmazon
Total Page Visits: 215 - Today Page Visits: 2